Pagine

lunedì 25 gennaio 2016

Zuppa Amaranto

Eccomi la mia ricetta per l'mtchallenge. Dopo la pausa di riflessione alla fine non riuscivo a stare senza e per fortuna, grazie ad Alessandra sono tornata.

Il tema della 53° sfida è Minestrone e Zuppe... e che dire grazie a  Vittoria Traversa (La Cucina Piccolina). Purtroppo mio marito non è delle stesso parere, ma sicuramente gli farà bene, mangiare un pò di minestre e zuppe, perchè oltre a provare le mie ricette, "spulcio" le altre ricette e riprovo quelle che mi piacciono di più. Risultato a casa si mangia la minestra o si salta dalla finestra. Meno male che i miei figli apprezzano, se no mi avrebbero buttato loro fuori.

Per questa ricetta ho deciso di utilizzare i semi di Amaranto, una pianta originaria dell'America Centrale, era definito dagli Aztechi come “il misterioso grano” o “il grano degli Dei”; i semi erano conosciuti per le alte qualità nutrizionali ed energetiche ma altrettanto se non maggiormente importante era l’uso che se ne faceva nei rituali religiosi.

Ingredienti:

400 g di Fagioli neri.
280 g di Amaranto
1 Cipolla.
Olio q.b.
sale
Passata di pomodoro
Brodo vegetale.

Procedimento:
La sera prima ho messo a bagno i fagioli neri. 
Al mattino ho lessato i fagioli neri con un pò di alloro e un pizzico di sale per circa 2 ore, una volta cotti li ho scolati e lasciati raffreddare.
Poi ho fatto soffriggere una cipolla con un pò d'olio. 
A questo punto ho aggiunto i fagioli neri, facendoli rosolare 2 min, aggiungo successivamente il brodo e qualche cucchiaio di passata di pomodoro.
Faccio andare a fuoco basso per almeno 30 min poi aggiungo i semi di Amaranto, e cuocio per almeno 20 min, salate e pepate a vostro piacere.
Se la zuppa si asciuga troppo aggiungo sempre un pò di brodo vegetale. 
A questo punto la vostra zuppa è pronta. Io la servo con un pò di pane tostato al forno, e un filo d'olio a crudo.
con questa ricetta partecipo al contest di gennaio.

Posta un commento